Dokki1 – La biblioteca che vorrei

[reading_time time=”2 minuti”]

La biblioteca del futuro ha un nome ed è Dokk1 (in italiano “banchina 1”).

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

Costruita a Aarhus in Danimarca viene chiamata casa per i cittadini e nel 2016 è stata premiata dall’International Federation of Library Association and Institution come la miglior biblioteca dell’anno.

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

Qui i libri di carta convivono con i libri digitali, gli audiolibri, le riviste e i giochi in scatola. Circa 350mila pubblicazioni, tutte consultabili, in uno spazio moderno e all’avanguardia.

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

Non solo. Nella biblioteca vengono organizzate discussioni letterarie, incontri con esperti di vari settori (dalla musica all’architettura, dall’ambiente alla geopolitica). Vengono proiettati film lasciando spazio al dibattito e allo scambio d’opinioni. Organizzate gare di ping-pong, corsi di pittura o di ricamo. Nulla viene escluso.

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

La biblioteca è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 22.00 mentre il sabato e la domenica l’orario è ridotto e chiude alle 16.00.

Un santuario per tutti quelli che desiderano essere ispirati, conoscere e crescere personalmente. Uno spazio di apprendimento aperto e accessibile che promuove la democrazia e la comunità.

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

L’edificio oltre a essere costruito seguendo tutte le attenzioni in materia di eco-sostenibilità e di auto-sostentamento energetico ha una curiosità: la più grande campana tubolare del mondo.

Una campana che suona per ogni bambino nato in città e che può essere attivata direttamente dai neo-genitori premendo un pulsante dal reparto maternità dell’ospedale!

Dokki1 - La biblioteca che vorrei

Un’ultima paricolarità, nonostante la metropolitana di superficie abbia una fermata direttamente all’interno della biblioteca, durante la sua progettazione si è pensato anche di realizzare un parcheggio automatico per le macchine. Qui sotto il video:


 


 
 

FONTI ESTERNE:
Sito Dokk1 (in lingua inglese)
Le immagini provengono dalla pagina Facebook di Dokk1

 
 
web_catalogochiudigliocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.