La prima arachide astronauta

Avete mai immaginato d’essere la prima persona o la prima arachide a fare qualcosa di straordinario? (Arachide?! continuate a leggere, non siamo – ancora – impazzite).
È una domanda che spesso, qui a Nebula House, ci facciamo, specialmente da quando abbiamo visto il film “The First Man”, dove Ryan Gosling indossa i panni, e specialmente la tuta spaziale, del primo uomo sulla luna: Neil Armstrong.

arachide

The First Man – 2018 –

Forse non tutti sanno che Neil Armstrong non è stato il primo uomo a lanciarsi nello spazio e… oltre. Otto anni prima il famoso viaggio sulla luna, il 5 Maggio 1961 Alan Shepard, a bordo del razzo chiamato Freedom 7, uscì dall’atmosfera terrestre e viaggiò nello spazio! E tutto ciò avvenne con una piccola nocciolina americana in tasca!

La piccola arachide batté dunque tutti i record e divenne la prima nocciolina americana a viaggiare nello spazio!

Logicamente qui a Nebula House amiamo queste storie strampalate e volevamo capirci un po’ meglio ed attraverso Google abbiamo, in parte, placato la nostra curiosità.

L’arachide appartiene a Jay Fiondella, proprietario del ristorante chiamato ‘Chez Jay’ a Santa Monica, in California; ristorante che ovviamente è famoso per le sue deliziose noccioline. Nel 1960 Alan Shepard era un cliente affezionato del Chez Jay e giorni prima del suo viaggio nello spazio, Jay Fiondella gli diede un’arachide chiedendogli di portarlo con sé ne suo viaggio.
Strategia di marketing o scaramanzia? In realtà era uno scherzo e nessuno si sarebbe aspettato, nemmeno Jay, che Alan lo portasse veramente con sé. Tant’è vero che quando l’astronauta chiamò il locale per dirgli che l’arachide era arrivato a casa sano e salvo, Jay non si ricordava nemmeno di cosa stesse parlando.
Ma è tutto vero. Alan firmò addirittura una deposizione legale, giurando che la piccola arachide aveva viaggiato con lui.

arachide

Diritti immagine: Twitter/sainsburys

Per anni, Jay ha portato con sé la nocciolina in un sacchettino di plastica, alla sua morte, la sua famiglia se ne fece carico ponendola in un luogo sicuro dov’è tuttora.
Le domande a questo punto sono molte.
Il Governo ha mai analizzato l’arachide? Quando tempo impiegherà prima di decomporsi? Se la famiglia Fiondella lo mettesse all’asta, quanto varrebbe? Verrà mai esposta in un museo? Ha dei poteri magici?
Insomma i dubbi irrisolvibili sono molti.

Se vi capitasse di passare per Santa Monica, al ristorante di Jay saranno felicissimi di mostrarvi una foto della nocciolina e di raccontarvi l’intera storia. Sfortunatamente noi siamo troppo distanti dalla California quindi se vi capitasse, per favore, condivideteci la foto…

Sicuramente, ora vi starete chiedendo: come si spalma il burro di noccioline nelle spazio?.
Beh, forse la Nutella sarebbe meglio per noi ma che ci volte fare, quest’articolo è la traduzione di quello scritto dalla nostra editor americana.
Comunque poco cambia, potete immaginarvi anche la marmellata:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.